Le storie delle “belle persone” conquistano i ragazzini di Villafranca


Le storie delle “belle persone” conquistano i ragazzini di Villafranca

Stimoli e curiosità per le terze della media Goria in Sala Virano

Curiosi e attenti, settanta ragazzini della scuola media Goria hanno ascoltate le storie delle “Belle persone” (questo il titolo dell’incontro) raccontate, nei giorni scorsi, a Villafranca nell’ambito della rassegna “Omaggio all’uomo che piantava gli alberi”.
Molto interesse hanno suscitato i racconti dei sei protagonisti, il cui stile di vita si basa su scelte e  comportamenti rispettosi dell’ambiente e della terra: “belle persone”, dunque, che sarebbero piaciute a Giovanni “Gim” Giolito, cui è dedicata la rassegna itinerante, promossa anche dal Comune di Villafranca.
Per gli studenti delle classi terze è stata una lezione speciale, ricca di stimoli, in un dialogo diretto con gli stessi protagonisti: Alessandro Mortarino, Federica Berta, Nico Banchini, Micaela Soldano, Irene Trione, Marta Delle Piane. Ora le riflessioni proseguiranno in classe.
Da parte della scuola (professoressa Annamaria Rolfo), del Comune (sindaco Anna Macchia, assessore Delfina Noto) e del Parco Paleontologico Astigiano (presidente Gianfranco Miroglio) la soddisfazione nell’aver proposto ai ragazzi storie vere ed esempi pratici di comportamento cui ispirarsi per avere cura dei beni comuni naturali, come terra e acqua, fare la raccolta differenziata, proteggere la natura, valorizzare il paesaggio, innovare nel rispetto della memoria dei luoghi.
Dopo nove eventi, la rassegna “Omaggio all’uomo che piantava gli alberi” (voluta da Parco Paleontologico Astigiano, Distretto Paleontologico dell’Astigiano e del Monferrato, Comuni di Nizza Monferrato, Baldichieri, Camerano Casasco, Chiusano e Villafranca, Associazione Quattro Passi a Nord Ovest) si concluderà il 5 dicembre al Foro Boario di Nizza.

Nella foto: le “belle persone” con il sindaco Macchia in Sala Virano



Il Museo resterà chiuso
i giorni 24, 25, 26, 31 dicembre
e il 1° gennaio