“Cercando cieli profondi” gli amici di Gim ripercorrono il suo spirito libero


“Cercando cieli profondi” gli amici di Gim ripercorrono il suo spirito libero

Si chiude giovedì 5 dicembre a Nizza la rassegna “Omaggio all’uomo che piantava gli alberi”

Amava i cieli profondi, azzurri come i suoi occhi che si sono saziati della bellezza della Val Sarmassa, il suo “angolo di paradiso”, e dell’amato Canada.
Giovedì 5 dicembre Giovanni “Gim” Giolito sarà protagonista dell’ultimo evento della rassegna itinerante che gli è stata dedicata nel decennale della scomparsa, “Omaggio all’uomo che piantava gli alberi”.
“Cercando cieli profondi” è il titolo dell’appuntamento che si terrà, sotto al verbo ricordare, al Foro Boario di Nizza Monferrato, alle 21, con ingresso libero.
Un gruppo di amici di Giovanni Giolito ripercorrerà il suo spirito libero leggendo brani dal libro “Le stagioni di Gim” (Araba Fenice). Si alterneranno, nell’ordine, al microfono: Laura Nosenzo, autrice del volume, Giulio Morra, Andrea Laiolo, Francesco Ravetti, Luciana Laiolo, Betti Zambruno, Paolo Capello, Loredana Dova, Fabio Viarengo, Gianfranco Miroglio, Angela Quaglia, Enrica Cerrato.
Le letture saranno intervallate da brani musicali eseguiti dagli alunni delle classi I, II e III E a Indirizzo Musicale dell’Istituto Comprensivo Dalla Chiesa: una sessantina i ragazzini coinvolti che, nelle ultime settimane, sono stati impegnati nelle prove, sotto la guida degli insegnanti di strumento Teresio Alberto (clarinetto), Sabina Cortese e Silvano Pasini (violino), Marina Delle Piane (pianoforte), Ivana Maimone (chitarra), e hanno letto i brani tratti da “Le stagioni di Gim” con i docenti di Lettere Daniela Benazzo e Mara Ghiglino.
La serata sarà introdotta dal sindaco Simone Nosenzo e dall’assessore Ausilia Quaglia.
Il Comune è tra i promotori della rassegna itinerante, che nelle settimane scorse sempre a Nizza, città di origine di Giolito, con due distinti appuntamenti ha coinvolto settantotto bambini della primaria Rossignoli nelle lezioni sugli alberi e le erbe officinali. Gli elaborati prodotti in classe saranno esposti al Foro Boario nella serata del 5 dicembre.
Insieme a Nizza firmano la manifestazione: Parco Paleontologico Astigiano, Distretto Paleontologico dell’Astigiano e del Monferrato, Comuni di Baldichieri, Camerano Casasco, Chiusano e Villafranca, Associazione Quattro Passi a Nord Ovest.

Nella foto: Giovanni Giolito



Il Museo resterà chiuso
i giorni 24, 25, 26, 31 dicembre
e il 1° gennaio